COMUNICAZIONE DICHIARAZIONI DI INTENTO A FORNITORI

Percorso: Contabilità - Iva - Stampe

Dal 12 febbraio 2015 gli esportatori abituali che intendono acquistare o importare senza applicazione dell'IVA debbono trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate la dichiarazione d'intento. La stessa dichiarazione, unitamente alla ricevuta di presentazione rilasciata dall'Agenzia delle Entrate, va poi consegnata al fornitore o prestatore, oppure in Dogana.

Il programma consente di Stampare e preparare il  file telematico della Dichiarazione d' Intento di Acquistare o importare beni e servizi senza applicazione dell' iva.

E' indispensabile che nella cartella aziwin\immagini siano presenti i due file contenenti le due pagine del modulo: LetteraIntFornTest.gif  e LetteraIntFornDett.gif

E' possibile la selezione dei fornitori destinatari della dichiarazione.
Su tali fornitori dovrà essere compilata almeno una riga nella maschera 9) DichIntenti.
Nel caso di Importazione o Dogana , sul fornitore dovrà essere impostato a  Importazione o Dogana nella maschera (4) Contabilità il campo 'In Elenco Cli/For'

E' possibile fare Prestampa - Stampa - Ristampa
Verranno considerate le righe con Dati dichiarazione di intenti definite come Attive (S) e con Data Dichiarazione compresa nell' anno impostato a video
In caso di ristampa verranno considerate le righe Attive e già stampate (X)

Se si intende rettificare o integrare i dati di una dichiarazione già presentata è necessario inviare una nuova dichiarazione barrando la casella Integrativa e compilare il numero di protocollo della dichiarazione che si intende integrare. La dichiarazione integrativa sostituisce la precedente.

E' possibile eseguire SOLO la stampa o preparare anche il file.  
Inizialmente a video viene presentata la cartella e il nome di default assegnato al file, l'utente può variare nome e destinazione che il programma, in seguito, manterrà per le prossime elaborazioni (verrà memorizzato nell'aziwin.ini, sezione [Base]  riga:  FileDichIntenti=C:\....(Percorso)

Comunicazione inviata da un intermediario
Se l'elaborazione è fatta da un intermediario occorre compilare in Dati per comunicazione annuale iva (Tabella unica per tutte le ditte, da compilare una tantum) i campi:
'Tipo fornitore'       impostato a 10
'Partita Iva o cod. fiscale dell'Intermediario'
'E' presente la firma'
In questo caso la casella  Comunicazione inviata da un intermediario, presentata a video, verrà barrata. E' possibile togliere la spunta per escludere l'intermediario nel caso che questa comunicazione venga fatta direttamente dal Soggetto

Se la comunicazione è inviata dall'intermediario, occorre compilare la data dell'impegno

Tipo Plafond
Indicare la natura del Plafond:   Fisso  o Mobile

Operazioni che concorrono alla  formazione del Plafond

  1. Dichiarazione annuale IVA presentata
  2. Esportazioni
  3. Cessioni intracomunitarie
  4. Cessioni verso San Marino
  5. Operazioni assimilate
  6. Operazioni straordinarie

Se, alla data di trasmissione della dichiarazione d’intento, la dichiarazione annuale IVA è stata già
presentata, va barrata la casella 1“Dichiarazione annuale IVA presentata” e non è necessario indicare
quali operazioni concorrono alla formazione del plafond (caselle da 2 a 5).
Se la dichiarazione annuale IVA non è stata ancora presentata occorre barrare almeno una delle caselle
da 2 a 5del rigo A2, indicando quali operazioni hanno concorso alla formazione del plafond:
• la casella 2, per le esportazioni di beni (art. 8, primo comma, lettere a) e b) del d.P.R. 633/72);
• la casella 3, per le cessioni intracomunitarie di beni;
• la casella 4, per le cessioni di beni effettuate nei confronti di operatori sammarinesi;
• la casella 5,perle operazioni assimilate alle cessioni all’esportazione.
Nell’ipotesi in cui il dichiarante abbia effettuato operazioni straordinarie che hanno concorso alla
formazione, anche parziale, del plafond disponibile, deve barrare la casella 6 operazioni straordinarie

Al fine di una compilazione corretta del modulo e del file per la presentazione telematica occorre verificare i dati anagrafici:

Se i dati del contribuente sono diversi dai dati della ditta stessa, compilare, con la funzione “Dati generali per Comunicazioni Telematiche” (menu contabilità - iva) i dati anagrafici del contribuente, altrimenti controllare che siano tutti compilati i dati nell'anagrafica ditta
In caso di nascita all'estero nel campo Comune dovrà essere scritto lo Stato di nascita e in provincia EE
Dati del Dichiarante/Rappresentante se diverso dal Contribuente

Se esiste un rappresentante, firmatario della dichiarazione,  dovranno essere compilati , nella maschera di cui sopra, i dati del Dichiarante/Rappresentante :
Codice Fiscale
Codice Carica
Dati anagrafici e di nascita
(Cognome e Nome possono essere scritti separati da un carattere bianco o meno (-) )

I recapiti: telefono e indirizzo email  (campi non obbligatori) vengono letti dall'anagrafica Ditta.

Se la residenza del fornitore è Frazione e Comune e, attualmente in località è stata messa la frazione, occorre compilare il campo Comune.

Per indicare sul file che è presente la firma della comunicazione del dichiarante, spuntare il campo 'è presente la firma della comunicazione' nella  maschera di cui sopra

Per una stampa corretta del modulo deve:
essere inserita nell'aziwin.ini la sezione:
[ComunDichIntento]
e nella directory aziwin\immagini devono essere presenti i file:
LetteraIntTest.gif     e     LetteraIntDett.gif
 

CLIENTI

Sono stati predisposti dei campi in anagrafica clienti che dovranno essere compilati quando si riceve una 'dichiarazione di intenti' da un cliente esportatore abituale per poter poi controllare il suo plafond durante l'emissione dei documenti

 

 

www.aziendapc.it 
Versione 4.03  
Apri il sito www.AziendaPC.it