CF-Dati dichiarazioni di Intenti

Percorso: Archivi comuni - Anagrafiche - Clienti/Fornitori

Per  Fornitori   (Per Clienti vedi **)

Dal 12 febbraio 2015 gli esportatori abituali che intendono acquistare o importare senza applicazione dell'IVA debbono trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate la dichiarazione d'intento. La stessa dichiarazione, unitamente alla ricevuta di presentazione rilasciata dall'Agenzia delle Entrate, va poi consegnata al fornitore o prestatore, oppure in Dogana.
Il programma di Stampa e preparazione file della Dichiarazione d' Intenti considererà il fornitore come 'Dogana' se nel fornitore è stato compilato il campo 'In Elenco Fornitori (Allegati)'  con il valore Dogana o Importazioni

Al fine di poter stampare il modulo della Dichiarazione d'intento e di preparare il file telematico, occorre compilare, sui fornitori interessati, alcuni campi con i dati da trasmettere.

Codice 
E' il numero che identifica la riga
Descrizione
Descrizione della merce.
Attivo
Indica se la riga riporta dei dati che sono:

Numero e data (Anno) della dichiarazione
Le dichiarazioni DEVONO essere numerate progressivamente all'interno dell'anno.
Si può ottenere automaticamente il numero progressivo, premendo il pulsante a destra nel campo Numero, a condizione che sia stata impostata la data della dichiarazione facendo attenzione particolare all'anno.

Riferimento:
indica a cosa si riferisce la dichiarazione. E' obbligatorio inserire un numero (1,2,3) a seconda di cosa si vuole indicare, come descritto in seguito.
Nel caso di un fornitore  che indica Dogana o Importazione (dato da inserire nella maschera (4) Contabilità nel campo 'In Elenco Cli/For') , il campo Riferimento potrà assumere SOLO i valori 1 o 2 inserendo, nel caso del 2, l'importo corrispondente all'ammontare della quota parte del proprio plafond Iva che si presume di utilizzare all'importazione nell'anno solare.

  1. Una sola operazione per un importo fino a euro: seguirà la richiesta dell'importo
  2. Operazioni fino a concorrenza di euro: seguirà la richiesta  dell'importo
  3. (Non più attiva dal marzo 2017:  Operazioni comprese nel periodo da .. a .. : seguirà la richiesta delle date che individuano il periodo)

Non vengono utilizzati i campi:
Numero progressivo assegnato dalla ditta
E' il numero progressivo che la ditta assegna ad ogni dichiarazione di intento che riceve da un suo cliente
Data di ricevimento
Poiché le dichiarazioni ricevute vanno comunicate all'agenzia delle entrate, il programma di stampa selezionerà  i clienti in base a questa data ricevimento.

Per la Gestione Clienti

In questa maschera dovranno  essere inseriti i dati delle eventuali dichiarazioni di intenti ricevute da parte dei clienti  esportatori abituali, in modo da poter fare il controllo di non superamento del plafond, durante la preparazione di Ordini, Ddt e Fatture e di  stampare sulle fatture la nota per l'esenzione.
Ogni dichiarazione è individuata da un segnale di Attiva Si o No in modo da mantenere memorizzate anche le eventuali dichiarazioni consegnate in periodi precedenti e non più attive.
Se un cliente NON avesse più, ad un certo momento, nessuna dichiarazione attiva, basta mettere a No tutte le righe di questa tabella.

Da marzo 2017, essendo stata eliminata la possibilità di avere importi utilizzabili da data a data.  E' stato chiarito che nel caso in cui sia stata presentata una dichiarazione d’intento con il vecchio modello nel quale siano stati compilati i campi  “operazioni comprese nel periodo da … a …” (es. dall’1/1/2017 al 31/12/2017), la dichiarazione non ha validità per le operazioni di acquisto da effettuare a partire dal 1° marzo 2017
e pertanto deve essere presentata una nuova dichiarazione d’intento utilizzando il nuovo modello.
Il plafond ivi indicato è da considerarsi annuale e quindi dovrà anche tenere conto delle operazioni già effettuate con il medesimo soggetto a decorrere dal 01/01/2017.
Il numero di protocollo di questa nuova dichiarazione deve essere il medesimo della lettera precedentemente ricevuta dallo stesso soggetto.

Viceversa, nel caso in cui venga presentata una dichiarazione d’intento con il vecchio modello nel quale sia stato compilato
il campo 1 “una sola operazione per un importo fino ad euro” o il campo 2 “operazioni fino a concorrenza di euro”,
la dichiarazione ha validità, fino a concorrenza dell’importo indicato,
rispettivamente per la sola operazione o per le più operazioni di acquisto effettuate anche dopo il 1° marzo 2017.

Dal 2015 i dati di questa gestione non servono più per la comunicazione del modello della Dichiarazione d'intento, che dovranno invece essere compilati sull'anagrafica del fornitore in quanto sarà la ditta stessa (se esportatore abituale) a compilarlo, mandarlo al fornitore e trasmetterlo telematicamente all'Agenzia delle Entrate.

L'utilizzo di questi dati è assolutamente consigliato rispetto al vecchio modo di inserire gli stessi.
(Si consiglia di compilare questa maschera e sbiancare sia il campo 'Lettera di intenti',  nella pagina dei dati di Fatturazione del cliente,  sia gli estremi della dichiarazione di intenti, unica, scritti nella maschera dei dati di Contabilità del cliente) 

Dal 2017 è possibile inserire nelle testate di Ordini - Ddt - Fatture il codice di riferimento della lettera di intenti che servirà per identificare i dati per la compilazione del testo della nota da stampare sulla fattura e per mostrare a video i totali degli ordini , ddt e fatture collegati alla stessa lettera di intenti.
I totali visualizzati a fondo video in questa maschera sono quelli relativi alla riga corrente.
Al momento dell'inserimento di una fattura il programma controllerà se, per il cliente, c'è almeno una riga attiva in questa tabella; in questo caso verrà compilato il testo della nota da stampare sulla fattura, personalizzabile tramite il parametro di personalizzazione DichIntentiTab 
Se manca il parametro di personalizzazione il programma scriverà la frase: 
Oper. non imponib.ai sensi ART.8/C DPR 633/72 e succ.mod. 
Vs dich. nr. xxx  del gg/mm/aa - ns. dich. nr. xx del gg/mm/aa

Sul file xml della fattura elettronica, la frase suddetta verrà riportata come riga descrittiva alla fine del corpo.

Se invece (vecchio metodo), gli estremi della dichiarazione di intenti,  non sono stati inseriti in questa maschera, ma sono stati compilati sulla pagina dei dati di Contabilità del cliente ed è presente il parametro di personalizzazione:  DichIntentiTesto, il campo sulla fattura verrà compilato utilizzando questi ultimi.
In questo caso però, se  il cliente NON avrà più nessuna dichiarazione attiva, occorre andare manualmente a sbiancare tutti i campi relativi per evitare che vengano stampati sulle nuove fatture.

Infine (vecchio metodo), se gli estremi della lettera sono stati inseriti nel campo: Lettera di intenti (pagina dei dati di Fatturazione del cliente) verrà stampato il testo così come si trova in quel campo, preceduto dal contenuto del campo 'Testo per dich.intenti' della tabella 'Dati generali azienda -  Parametri di Fatturazione).
Anche in questo caso, se  il cliente NON avrà più dichiarazione di intenti, occorre sbiancare il campo sul cliente per evitare che venga stampato in fattura.
Significato dei campi per i Clienti:
Codice 
E' il numero che identifica la riga
Descrizione
Descrizione della merce. Il  che verrà sta
Attivo
Indica se i dati presenti sulla riga sono attivi, cioè da considerare nell'eventuale emissione di fattura, o no.
Numero e data della dichiarazione
Sono rispettivamente il numero e la data della dichiarazione di intento consegnata dal cliente
Numero progressivo assegnato dalla ditta
E' il numero progressivo che la ditta assegna ad ogni dichiarazione di intento che riceve da un suo cliente
Data di ricevimento
Poiché le dichiarazioni ricevute vanno comunicate all'agenzia delle entrate, il programma di stampa selezionerà  i clienti in base a questa data ricevimento.
Riferimento:
indica a cosa si riferisce la dichiarazione. E' obbligatorio inserire un numero (1,2,3) a seconda di cosa si vuole indicare, come descritto in seguito:

 

www.aziendapc.it 
Versione 4.03  
Apri il sito www.AziendaPC.it