REVERSE CHARGE

La legge finanziaria per il 2007 (legge n.296 del 27 dicembre 2006) prevede l'applicazione del reverse-charge per prestazioni di servizi nel settore dell'edilizia. Successivamente è stato estesa l'applicazione anche in corrispondenza all'acquisto di telefoni cellulari e componenti dei personal computer.

La fattura, che viene emessa dal prestatore senza l'addebito dell'imposta, dovrà essere integrata indicando sul documento l'aliquota ordinaria e la relativa imposta.
Va poi registrata sul registro degli acquisti e inoltre anche su quello delle vendite, entro il mese di ricevimento della fattura stessa.
Si rende quindi necessario registrare anche un giroconto per sistemare i saldi dei conti interessati (vedi esempio in fondo).

A discrezione dell'utente è possibile registrare le fatture suddette sullo stesso registro delle fatture 'normali' e quindi con numerazione consecutiva ad esse, oppure su registri appositi; in quest'ultima ipotesi il prefisso può essere specificato nella causale stessa.

Al fine di evidenziare, in sede di Chiusura Iva, l'iva derivata da questo tipo di registrazioni, è indispensabile: 

Se si impostano le tabelle dati in modo opportuno, come descritto in seguito, il  programma al termine della registrazione della fattura di acquisto, fatta con una causale di tipo 'Reverse-Charge', provvederà automaticamente a registrare la fattura di vendita e il giroconto che storna l'iva dal fornitore Reverse-Charge, l'imponibile dal conto di ricavo e l'importo totale della fattura dal cliente d'appoggio per RC.

  1. Creare un cliente d'appoggio per fatture Reverse-Charge e, nella sezione Contabilità (campo 'c/partita') , inserire il conto di ricavo (Transitorio Reverse-Charge)
    (Una alternativa può essere mettere questo conto sulla causale Vendite Reverse-Charge)
  2. Sull'anagrafica del fornitore Reverse-Charge, nella sezione Contabilità, inserire il codice del cliente di appoggio Reverse-Charge che servirà per la registrazione della fattura di vendita.
    L'alternativa è mettere questo codice, sulla causale utilizzata per la registrazione della fattura di vendita nel campo: partita codice.
  3. Creare una causale per il giroconto
  4. Creare una causale per Vendita Reverse-Charge (nel campo Reverse C. impostare Si) e nel campo: causale collegata mettere la causale del giroconto, nel campo Contropartita codice inserire il conto di ricavo (Transitorio Reverse-Charge), l'alternativa può essere mettere questo conto sul cliente d'appoggio per fatture Reverse-Charge.
    Eventualmente mettere il conto iva da utilizzare, il prefisso e nel campo: partita codice, il codice del cliente da utilizzare nella registrazione: cliente d'appoggio per fatture Reverse-Charge.
  5. Creare una causale per Acquisto Reverse-Charge (nel campo Reverse C. impostare Si o Mista a seconda delle necessità) e nel campo: causale collegata mettere il codice della causale Vendita Reverse-Charge (eventualmente mettere il conto iva da utilizzare e il prefisso)
  6. Se si stanno predisponendo i dati per registrare una fattura di R.C. misto, occorre predisporre codici iva diversi (quelli utilizzati nelle righe R.C. dovranno avere il campo R.C. a Si) per differenziare le righe che, nella stessa fattura, seguono il Reverse Charge da quelle 'no' in modo tale che il programma generi la fattura di vendita e il giroconto solo per la parte R.C.

Per quanto riguarda il conto iva che verrà utilizzato, potrà essere impostato sulla causale (punto 4) oppure il programma utilizzerà il conto iva c/acquisti impostato nella tabella dei conti comuni.
(Nel caso di acquisto indetraibile vedere intracee)

Esempio di registrazione:

1)

Fattura del fornitore

Dare

Avere

Fornitore Reverse-Charge

1200

Merci c/Acquisti

1000

Iva Acquisti (Reverse-Charge)

200

Il programma in automatico registrerà:

Fattura di vendita fittizia

Dare

Avere

Cliente transit. Reverse-Charge

1200

Ricavo Merci (Reverse-Charge)

1000

Iva Vendite (Reverse-Charge)

200

Giroconto

Dare

Avere

Fornitore Reverse-Charge

200

Ricavo Merci (Reverse-Charge)

1000

Cliente transit. (Reverse-Charge)

1200

1A)
Se si vuole utilizzare lo stesso conto transitorio (merci c/transitorio)  sia nella registrazione della fattura d'acquisto sia nell'autofattura, basta non compilare i campi:  'contropartita codice', nella causale autofattura  nè  'contropartita' nell'anagrafica del Cliente transit. Reverse-Charge.
In questo caso le registrazioni saranno:

Fattura del fornitore

Dare

Avere

Fornitore  Reverse-Charge 

1200

Merci c/transitorio

1000

Iva Acquisti 

200

Il programma in automatico registrerà:

Autofattura (Fattura di vendita fittizia)

Dare

Avere

Cliente transitorio  Reverse-Charge

1200

Merci c/transitorio

1000

Iva Vendite 

200

Giroconto

Dare

Avere

Fornitore  Reverse-Charge 

1200

Cliente transitorio  Reverse-Charge

1200

www.aziendapc.it 
Versione 4.03  
Apri il sito www.AziendaPC.it