RITENUTA D'ACCONTO E CASSA PREVIDENZA

 

Calcolo Cassa Previdenza

Calcolo Ritenuta di Acconto in Fatture Emesse

Fatture Emesse dalla procedura di fatturazione

Il programma prevede il calcolo e la successiva registrazione in contabilità della Ritenuta d'acconto sulle fatture emesse.

In particolare questa procedura serve per il calcolo del 4% di Ritenuta d'acconto da evidenziare sulle fatture emesse nei confronti di imprese che effettuano interventi sulla base di contratti d'appalto o d'opera nei confronti di condomini.

Il 4% (o comunque la % di ritenuta d'acconto) viene applicata sulla somma degli imponibili che concorrono alla formazione dell' 'imponibile per ritenuta d'acconto'.

Per attivare il calcolo automatico della ritenuta occorre:

La percentuale, se inserita, verrà poi memorizzata sul documento, a partire dall'ordine e in fase di stampa fattura verrà stampato l'importo della ritenuta.

E' possibile, per ogni riga presente sui documenti, dire se questa concorre o meno a formare l'imponibile su cui calcolare l'importo della ritenuta. Stessa cosa vale per le spese, per le quali esiste un flag che si può preimpostare direttamente in gestione spese.

La contabilizzazione di una fattura con ritenuta creerà, oltre alla registrazione della fattura, anche quella della Ritenuta.
Se mancano causale Ritenuta o conto Ritenuta, al termine della Contabilizzazione verrà data una segnalazione.  La Contabilizzazione verrà comunque fatta utilizzando il codice di un altro conto letto in tabella tra quelli presenti. In questo caso la registrazione andrà poi corretta manualmente da prima nota.

Stampa dell'importo della Ritenuta d'acconto sui documenti, Preventivi, ordini, ddt e fatture.

Se non si modificano i filtri in uso, verrà stampata una riga nel corpo, dove si evidenzia la percentuale e l'importo della Ritenuta (è indispensabile che nel filtro non sia stata scritta, nemmeno in una riga disabilitata con 2 nella colonna opzioni, la variabile T_RitAcc).

Altrimenti sul filtro si può aggiungere la stampa dell'importo della ritenuta in una casella apposita del piede utilizzando la variabile T_RitAcc.

Un'ultima soluzione può essere quella di inserire nel corpo le righe per la stampa della Ritenuta con sottosezione 30. In questo modo le due righe verranno stampate solo se T_RitAcc è diverso da 0.

Es. Prima riga: 
Riga di Corpo
PosY=0,5
PosX=27
Opzione = 0
Larghezza=63
Campo=
Fisso="Ritenuta d'acconto ai sensi dell'art.25-ter del dpr …"

Es. Seconda riga: 
Riga di Corpo
PosY=0,5
PosX=160
Opzione = 0
Larghezza=22
Campo=T_RitAcc
Format: Fmon etc.

Nei filtri CssStd di ordini e fatture dell' AziMenu.mdb e AziMenAg.mdb sono state inserite, per un certo periodo,  due righe di questo tipo, come esempio, che si possono abilitare mettendo uno 0 al posto del 2 nella colonna sottosezione. Per stampare nel modo standard la riga che evidenzia la ritenuta d'acconto, occorre cancellare, da tali filtri, queste righe, nonostante siano disabilitate.

Se non si vuole evidenziare in stampa l'importo della Ritenuta d'acconto (es. su preventivi e ordini), basta inserire nel filtro di stampa, una riga nel piede che nella colonna 'Campo' contenga la variabile T_RitAcc e in quella 'Lunghezza' contenga 0.

E' possibile attivare il Parametro di personalizzazione RitAccDescr nel quale scrivere la frase di descrizione della ritenuta sulla fattura

INPUT PRIMA NOTA (Fatture Emesse)

Vedi note che seguono, relative a R.A. su fatture ricevute.

Calcolo Ritenuta di Acconto in Fatture ricevute

INPUT PRIMA NOTA (Fatture di Acquisto)

Il programma consente, al termine dell' inserimento di una fattura d'acquisto, di generare in automatico la registrazione della Ritenuta d'Acconto per i fornitori che lo richiedono.

La registrazione verrà generata se:

Se c'è la necessità che, nella registrazione di una fattura di un fornitore con ritenuta d'acconto, non tutte le righe di costo aumentino l'imponibile ritenuta, occorre fare quanto segue:

Viceversa per chi non crea il parametro, la Rit. d'acconto verrà calcolata per tutti i conti (se sono valide le altre condizioni di cui sopra) tranne per quelli che hanno il flag a No.

Infine è indispensabile impostare il parametro di personalizzazione: RitAccFornAutom

(L'automatismo per la creazione della Ritenuta, funziona solo in inserimento, successivamente le registrazioni sono indipendenti)

Calcolo Cassa Previdenza

Il programma di emissione fattura è in grado di calcolare e stampare in automatico l'importo della Cassa Previdenza.
Per attivare il calcolo occorre:

I programmi di Gestione documenti (preventivi, ordini, ddt, fatture),  in corrispondenza a clienti con il flag di Sogg. a Cassa previdenza a Si, caricheranno in automatico tale spesa nel quadro Spese.
L'imponibile per il calcolo è lo stesso utilizzato per la Ritenuta d'acconto.
La percentuale e l'aliquota da applicare viene letta dal codice Spesa.

Dal momento che la spesa viene portata sui documenti se, nel tempo, variano aliquota iva o percentuale della Cassa Previdenza, queste possono essere variate direttamente sul codice spesa.   Sui documenti già registrati rimarranno invece i valori precedenti.

Su questa spesa NON verrà mai applicato lo sconto pagamento.

Stampa Cassa Previdenza sui documenti
Se non si modificano i filtri in uso, verrà stampata una riga nel corpo, dove si evidenzia la percentuale e l'importo.
Oppure si può inserire nel corpo delle righe personalizzate per la stampa con sottosezione 31
(Es. in una riga del filtro, nella posizione dove si stampa la descrizione articolo, mettere in
'campo': =$union("Cassa Prev. - perc. ";C_SpesePercS;"% su imp. ";C_ImpCassaPrevS)
poi servirà un'altra riga dove stampare il totale (in 'campo' C_TotCassaPrev) nella colonna dell'importo di riga

Altrimenti sul filtro si può aggiungere la stampa dell'importo direttamente nel piede.

 

www.aziendapc.it 
Versione 4.03  
Apri il sito www.AziendaPC.it