FILTRI - NOTE SU 'SOTTOSEZIONI'

Database di personalizzazione codice SottoSezione

Per sezioni s’intendono La testa, il corpo ed il piede del documento. Le sottosezioni servono per identificare all’interno di ogni sezione delle varianti.

Varianti principali e rispettivi codici sottosezione. 

Nome Costante

Val. della costante

Sottosezione a cui ci si riferisce

Codice Sottosezione  standard

KSMsotTesNorm

= 0

testata normale

0

KSMsotTes2

= 1

testate successive alla prima

1

KSMsotTesPari

= 2

testate Pari (non si usa kSMsotTes2)

2

KSMsotTesDisp

= 3

testate Dispari (non si usa kSMsotTes2)

3

KSMsotTesFincatura

= 9

testate Fincatura

Z

KSMsotPieNorm

= 10

piede normale

0

KSMSotPieCont

= 11

piede Continua

1

KSMSotPieCont

= 19

Piede Fincatura

Z

KSMsotDetNorm

= 20

Dettaglio normale

0

KSMsotDetDes

= 21

Dettaglio per riga descrittiva

1

KSMsotDetDesArt

= 22

Dettaglio per descrizione articolo (lunga)(*)

2

KSMsotDetNote

= 23

Dettaglio per le note fisse e note sopra

3

KSMsotDetSpese

= 24

Dettaglio per le spese

4

KSMsotDetScoPag

= 25

Dettaglio per lo sconto pagamento

5

KSMsotDetScoPag1

= 26

Prima riga del dettaglio per lo sconto pagamento

6

KSMsotDetFineCorpo

= 27

Dettaglio per riga di fine corpo

7

KSMsotDetFincatura

= 28

Dettaglio Fincatura

Z

KSMsotDetSS

= 29

Dettaglio generico per i cod. da 30 a 36

9

KSMsotDetBanca

= 30

Dett. Ord./Prev./Acq: Banca di appoggio

10

KSMsotDetModPag

= 31

Dett. Ord./Prev./Acq: Modalità di pagamento

11

KSMsotDetDataCon

= 32

Dett. Ord./Prev./Acq: Data consegna

12

KSMsotDetValOff

= 33

Dett. Ord./Prev.: Durata validità offerta

13

KSMsotDetResa

= 34

Dett. Ord./Prev.: Resa

14

KSMsotDetConsMez

= 35

Dett. Ord./Prev./Acq: Consegna a mezzo

15

KSMsotDetDescrPreiv

= 36

Descrizioni prezzi ivati

16

KSMsotDetIntDet

= 37

Intestazione dettaglio

17

KSMsotDetTotali

= 38

Totale prev/ord/ddt/Fatt finale/ parziale

18

KSMsotDetTotOmaggio

= 39

Totale omaggi

19

KSMsotDetPriLib
KSMsotDetUltLib

40 -> 49

Dettaglio libero (1 -> 10 )

20 -> 29

 

= 12

Dettagli per lotti

L

KSMsotDetRitAcc

= 50

Dett. per Ritenuta d’acconto (T_RitAcc)

30

    Dett. per Cassa Previdenza (C_TotCassaPrev) 31
  = 52 Nel Corpo: stampa il  'Totale Merce' senza sconto, con sconto 1, con sconto 2 etc.  (T_TotMerceSc_N n=1..10) S2
  = 53 Nel Corpo: stampa i totali SCONTO (importi) S1
    Nel fine Corpo stampa riepilogo raggruppato per  descrizione attributi, unità di misura e quantità (Es.Riepilogo ADR) Parametri di personalizzazione : SezStaTotAttr e StTotAttrTit AD (default)

 Queste sono le assegnazioni standard fatte da programma.

Se si vuole modificare quest’assegnazione lo si può fare modificando la tabella StaLasPer o StaModPer nel seguente modo:

Programma = Nome del programma di stampa
Es. StaDdt                        Stampa doc. di trasp.

Modello= Nome del modello di stampa
Es. Prova                        Modello di prova

TipoSez = Nome del tipo sezione                        Es. 20 (kSMsotDetNorm )         
La stampa del dettaglio                                    normale

SottoSez = Il nuovo codice sottosezione da utilizzare
Es. A    La stampa utilizzerà le righe del formato di stampa che hanno SottoSez= “A”

La testata normale e il dettaglio normale devono essere sempre definiti.

Per ogni Sezione (Testata, Corpo e Piede) c’è la sottosezione “Z” che contiene la fincatura che, se  è stata definita, viene stampata prima della stampa della sottosezione (per stamparla dopo, vedere i parametri di personalizzazione: FincPrecDatiPieE / FincPrecDatiTest  per i gruppi: StFatture / StDdt).

Per inibire la stampa di una sottosezione è sufficiente inserire nel formato una riga con quel codice sottosezione e nella definizione del campo non mettere niente oppure disabilitarla mettere il campo Opzione a 2.

(Es. se non si vogliono stampare le Note, sottosez.3, nemmeno con il formato della sottosez.1, si crea una riga di filtro con sottosezione 3 e campo da stampare vuoto)

(*) Se si mette nel filtro una riga con sottosezione 2, il programma stamperà sempre la descrizione aggiuntiva dell’articolo anche se il Tipo documento dice di non stamparlo. Il nome della variabile può essere anche RigDesart e non necessariamente C.DesLunga. Se non la metto fa quanto definito sul tipo documento.

Se alcune sottosezioni non sono definite,  verranno utilizzate sottosezioni  alternative secondo il seguente schema:

Testate:

Se Manca

Utilizza

Testata standard

OBBLIGATORIA

Testate successive alla prima

Testata standard

Testate Pari

Testata standard

Testate Dispari

Testata standard

Corpo:

Se Manca

Utilizza

Dettaglio normale

OBBLIGATORIO

Dettaglio per riga descrittiva

Dettaglio normale

Dettaglio per descrizione articolo

Dettaglio per riga descrittiva

Dettaglio per le note

Dettaglio per riga descrittiva

Dettaglio per le spese

Dettaglio normale

Dettaglio per lo sconto pagamento

Dettaglio normale

Prima riga del dettaglio per lo sconto pagamento

Dettaglio normale

Dettaglio per riga di fine corpo

Dettaglio per riga descrittiva

Tutti  i Dett. Ord./Prev./Acq Generico (29)

Dettaglio per riga descrittiva

Tutti  i Dett. Ord./Prev./Acq  Specifico (30-36)

Tutti  i Dett. Ord./Prev./Acq Generico

Dett. per Totale omaggi

Dettaglio normale

Tot.Finale/Parziale

Dettaglio normale

Dettagli per Ritenuta d’acconto

Dettaglio normale

 

 

Piede:

Se Manca

Utilizza

Piede standard

OBBLIGATORIO

Piede continua

Piede standard

Nota:
Nel corpo è possibile stampare sottosezioni particolari, inserite nel filtro, che vengono stampate solo se è attivo il parametro di personalizzazione:  FineCorpo oppure se vengono inserite nel campo 'Sequenza sottosezioni' del Tipo documento.

Altra possibilità è quella di stampare a fine Corpo, un riepilogo raggruppato per  descrizione attributi, unità di misura e quantità (Es.Riepilogo ADR)    La sottosezione si può definire nel parametro di personalizzazione: SezStaTotAttr  (sottosezione di default per questo riepilogo è AD)   (Vedi anche parametro : StTotAttrTit)

Se, nel parametro  SezStaTotAttr  ,   dopo la Sottosezione  si mette |C|20 , si intende di voler utilizzare la sottosezione 20 in caso di mancanza nel  filtro della sottosezione indicata.  (Cioe’ pipe , C per dire che è una sottosezione del Corpo, pipe , 20 è la sottosezione da usare in alternativa)

Sul database del menu c'è una tabella "StaLasPer" nella quale si può indicare quali sottosezioni utilizzare al posto di quelle predefinite.  In corrispondenza ad un modello (filtro) si può indicare che un 'TipoSez'  individuato dalle costanti (KSMsot ....)   descritte sopra va stampato con la 'SottoSez' N dove N è il nuovo codice sottosezione, piuttosto che con quello standard.

E' possibile testare, nel 'corpo' di un filtro, il valore della variabile C_DettAttuale per intercettare il tipo di dettaglio che si sta stampando e stamparlo in modo diverso da quello stabilito.
I valori che può assumere C_DettAttuale sono i seguenti:

Nome Costante

Val. della costante

Tipo dettaglio da stampare

kDetNotaSopra 

 0

nota sopra 

kDetNormale 

 1

dettaglio standard (articolo)

kDetNotaSotto 

 2

nota sotto

kDetDescrArt 

 3

descrizione lunga articoli 

kDetSpese 

 4

spese 

kDetScoPag 

 5

sconto pagamento nel dettaglio

kDetNotaFissa 

 6

note fisse 

kDetMessaggioInProva 

 7

Se stampa in prova scrive **Prova ** Rif. Nr. Data

kDetFineCorpo 

 8

dettaglio standard (articolo)

kDetDettaglioBolle 

 9  F

Elenco bolle (num. e data) 

kDetTotOmaggio 

10
21 O

riga: Totale omaggio

kDetDesOmaggio 

11 F 
22 O

riga: **=Merce omaggio con addebito Iva oppure *=Merce Omaggio

kDetDataCon 

12 O B 

 

kDetValOff 

13 O B

 

kDetResa  14  
kDetConsMez  15  
kDetDescrPreIv  16 Descrizione: prezzi ivati
kDetIntDet  17 Per righe commando: stampa intestazione dettagli
kDetTotaleParz  18 Per righe commando: stampa totale parziale
kDetTotaleFin  19 Per righe commando: stampa totale finale
kDetBanca  20 F 
10 O B
 
kDetModPag  21 F 
11 O B
 
kDetRitAcc  22
20 O
riga: Ritenuta d’acconto: x%
kDetLotti  30 F B Elenco lotti
kDetFiniti  99 sottosezioni elencate nel parametro FineCorpo o nel tipo documento

F indica il valore che la costante ha in stampa Fattura, D in stampa Ddt e O in stampa Ordine. 
Dove è indicato solo il valore della costante, si intende che è lo stesso per tutte le stampe.
Es. per stampare all'interno del corpo, le note fisse con un formato diverso dalle note sopra e sotto,  si possono mettere nel filtro delle righe nella sottosezione 3 (dettaglio per note fisse e note sopra) col test:    se C_DettAttuale = 6;Vai xxx     dove tipo dettaglio 6 è note fisse.

 

www.aziendapc.it 
Versione 4.03  
Apri il sito www.AziendaPC.it